Ti immagino

images

 

Ti immagino, fratello, mentre con la tua arroganza

 invadi la mia terra e ti vedo lavorare nel mio suolo.

Ti tollero, straniero, in nome del mio credo

ma il tuo credo lo tollero di meno.

 

Discredito,viandante, la tua sincerità laddove vedo la tua paura.

Rinnego, uomo, la tua dignità

appena sufficiente per non vergognarti

e gli occhi che mi fissano, mi destano.

 

Immagino, fratello, la tua terra lontana come la mia.

In guerra come la mia e come nella mia terra

occhi guardano il vuoto dell’orizzonte

sapendo che non torneremo più.

 

Siediti, fratello, ascoltiamo, insieme, il mare.

Guardiamo nelle onde, il riflesso del nostro viaggio,

il ricordo della speranza,

il dolore della sconfitta.

 

Immaginiamo insieme, fratello, la vecchia zia,

 e i vicini di casa, noi  ancor bimbi e i primi amori

Tutto perso in guerre diverse che ci hanno portato a fughe lontane.

La tua guerra di bombe e morti, la mia guerra di sogni infranti

 

i tuoi morti che vivranno in te

i miei cari da tempo, ormai, morti.

E le tue lacrime e le mie

 sanno dello stesso sale.